Bambini e ragazzi .

hanno bisogno di adulti .

degni di essere imitati .

Chi sono

NON LA SOLITA WEB DESIGNER O WEB WRITER

Sono l’autrice di Vivere Semplice, un libro e un blog sull’educazione non convenzionale e le relazioni educative consapevoli. Genitori, educatori e insegnanti hanno una grande responsabilità in quest’epoca: quella di essere persone degne di essere imitate. Bambini e ragazzi ci guardano e imparano dai nostri gesti non dalle nostre parole!

Gli adulti che stanno accanto a bambini e ragazzi di ogni età hanno la grande opportunità di mostrare che impegno, passione, volontà e determinazione sono ancora contenuti validi, nonostante il messaggio che arriva dai media e dall’intrattenimento spesso portino in direzione contraria.

sabrinadorsi-fotoquadrata

Chi sono

Ho 46 anni vivo a Roma, sono sposata, ho tre figli.
Sono laureata in Lettere. Sono abilitata per insegnare italiano nelle scuole superiori di primo grado. Ho una formazione nell’ambito della pedagogia steineriana e esperienza nel potenziamento della lingua italiana per stranieri.

Ho lavorato 20 anni come consulente di comunicazione, sviluppato piani editoriali, fatto siti per programmi tv, portato online palinsesti radiofonici, gestito i social network di un bimestrale di carta, ho fatto formazione al web 2.0  per docenti e giornalisti ma la mia principale passione è l’educazione e il mio obiettivo è entrare in classe e stare con gli adolescenti. 

Sabrina D'Orsi consulente di comunicazione digitale

Chi ha bisogno di me?

Se sei una scuola che cerca un insegnante motivato, pieno di entusiasmo e passione per la scuola e gli adolescenti allora sei nel posto giusto.

  1. Cerchi un insegnante di italiano, storia e geografia?
  2. Un docente per la scuola secondaria di primo grado?
  3. Mi sono abilitata conseguendo i 24 crediti formativi necessari
  4. Ho una formazione in ambito steineriano
  5. Mi sto formando in ambito extra lesson, pedagogia curativa per BES
  6. Parlo perfettamente l’inglese
  7. Sono in grado di contribuire al sito della scuola

 

Passioni e progetti

Usa il web: non farti usare

L'Europa inizia a Lampedusa

Il web per fare rete

L’Europa inizia a Lampedusa è un’iniziativa del MIUR nata per creare consapevolezza negli studenti della scuola secondaria sui temi relativi ai fenomeni migratori. Un progetto che ha coinvolto più di 60 scuole in tutta Italia e in Europa che si è servita della comunicazione web per rendere virale il messaggio. Questa la mappa delle scuole Read more

Fondazione Italiana Autismo

Il web nel sociale

La FONDAZIONE ITALIANA AUTISMO ONLUS diffonde buone pratiche di inclusione scolastica, sostiene la ricerca scientifica e si occupa si sensibilizzare tutti i cittadini sul tema dell’autismo perchè l’accettazione delle diversità parte prima di tutto dalla consapevolezza e la comunicazione può fare molto per informare le persone e renderle più solidali e attente agli altri. www.fondazione-autismo.it

Scuola Cottolengo Torino www.scuolacottolengo.org

Il web nella scuola

Per la SCUOLA COTTOLENGO di Torino, otre a sviluppare il sito e i social mi sono chiesta: come si può valorizzare il lavoro di tanti docenti che ogni giorno lavorano con bambini e ragazzi disabili e non, conquistandosi il primato di scuola più inclusiva d’Italia? Raccontando le loro storie! www.scuolacottolengo.org

1

Comunicazione

Le informazioni presentate in modo tradizionale sono spesso un ammasso di numeri: nella mia precedente attività di designer per il web mi sono specializzata di comunicazione efficace e accessibile: l’annual report di RADIO VATICANA raccoglie centinaia di pagine di numeri e informazioni in una sola infografica, uno strumento di comunicazione interna di facile lettura per gli addetti ai lavori Read more

Torna alla home
scrivere per il web

Formazione

Ho insegnato Semiotica del web agli studenti del Master in Multimedia dell’ATENEO PONTIFICIO REGINA APOSTOLORUM di Roma e faccio formazione 2.0 a insegnanti, giornalisti e scrittori.

Torna alla home
sabrina d'orsi comunicazione per il web

Attività redazionale

Per la rivista Kids ho scritto articoli e redazionali per l’edizione di carta e sul web. Argomenti: genitorialità consapevole, sensibilizzazione alla lettura, tutorial per costruire alfabetieri sensoriali, come insegnare la maglia a dito ai bambini, bagni di natura per la famiglia, ecc. Molti di questi argomenti posso essere ritrovati sul mio blog vivere-semplice.org

Formazione

Formazione docenti e giornalisti

Fondamenti della Comunicazione 

Sono stata Docente di Fondamenti della Comunicazione presso il Centro Studi Formez PA, la scuola SISSA di Trieste, la Scuola di Giornalismo di Perugia

Ateneo Pontificio Regina Apostolorum

Sono stata Docente di Semiotica del web e scrittura 2.0 presso il Master in Comunicazione e New Media

Rete di Cooperazione Educativa

Ho svolto ruolo di docente nella formazione di insegnanti, dirigenti scolastici e operatori dell’infanzia sulle tematiche del rapporto media/bambini e della comunicazione empatica.

Radio Vaticana

Corso di formazione per giornalisti radiofonici al web 2.0 e fondamenti di SEO e web writing. Progettazione di un calendario editoriale strategico.
 

Media Education

Conoscere i mezzi

Il media educator è un esperto di comunicazione che spiega l'influenza dei media e le sue potenzialità durante l'apprendimento. Internet, tablet, pc e smartphone in classe devono dimostrare di poter essere qualcosa di più di un ammodernamento dei metodi didattici e convincerci di non essere un’occasione ludica travestita da nuovo strumento pedagogico. Conoscere bene questi mezzi è fondamentale

Il gap cognitivo

Gli adulti non sapendo cosa fare lasciano bambini e ragazzi sempre più liberi e soli di fronte ai videogames e ai social media. Serve qualcuno che dia più strumenti agli adulti per superare il gap cognitivo tra nativi digitali e non, li aiuti ad auto-alfabetizzarsi e sostenga gli insegnanti nel processo di trasformazione della didattica.

L'influenza dei media

Che influenza hanno i media sui modelli di vita e di consumo? Quanto sono protagonisti dei nuovi processi democratici e nella formazione o disinformazione del cittadino consapevole, critico e libero? Come usare la tecnologia al meglio a scuola e in famiglia in un'ottica costruttiva e di collaborazione tra generazioni?

Cosa serve ai ragazzi?

I ragazzi devono essere attivi di fronte ai messaggi che ricevono, sapersi creare una mappa cognitiva,  conoscere e dominare il linguaggio dei media per non rimanere irretiti dall’aggressività del messaggio comunicativo. Devono poter capire la filosofia che sta dietro ogni messaggio (commerciale, consumistico, politico, religioso) perchè i media non sono neutrali e neppure innocui.
  • Podcast e brand media

    Il media educator è, tra le altre cose, colui che si tiene aggiornato su quello che la rete porta con sè: non solo informazione, intrattenimento, una didattica potenziata o assistita dalla... Read more

  • Docenti 2.0. Chi li forma?

    C'è un evidente gap cognitivo tra ragazzi e maestri/genitori/educatori. E' compito degli esperti di comunicazione online creare strumenti e pratiche per eliminare questa forbice di conoscente per... Read more

  • Media e multitasking

    Come conciliare i tempi di lavoro con l'uso delle tecnologie. Insegnanti, genitori e adolescenti possono imparare a gestire l'overload informativo conoscendo meglio i mezzi di comunicazione, come... Read more

 

Trova mi

Sono qui

Scrivimi





Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio